Sia gli appassionati che gli scettici delle criptovalute stanno abbracciando la tokenizzazione delle risorse del mondo reale

Il fermento che circonda la tokenizzazione degli asset del mondo reale (RWA) sulla blockchain ha raggiunto un nuovo massimo, e questa volta non sono solo i tradizionali colossi finanziari come Citi, JPMorgan e Northern Trust a guidare la carica. Anche il settore nativo delle criptovalute sta mostrando un crescente interesse per questo dominio.

L’entusiasmo iniziale per la tokenizzazione basata su blockchain è emerso intorno al 2015, con le banche che esprimevano interesse per la tecnologia di contabilità sottostante delle criptovalute per il suo potenziale di rivoluzionare le transazioni finanziarie attraverso regolamenti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, esecuzione garantita e commissioni di transazione ridotte. Poiché il regno delle criptovalute si intreccia sempre più con il panorama finanziario più ampio, l’entusiasmo per la tokenizzazione degli RWA sta ora risuonando anche tra gli operatori più piccoli.

Maria Shen, socio accomandatario di Electric Capital , ha condiviso con la CNBC che la tendenza degli RWA ha inizialmente attirato l’attenzione di individui con patrimoni elevati, family office, fondi pensione e dotazioni universitarie. Tuttavia, una nuova ondata di interesse sta arrivando dalle istituzioni on-chain, esemplificate dal protocollo DeFi MakerDAO.

“MakerDAO collabora con le istituzioni per prendere in prestito dai, una stablecoin, e tokenizzare efficacemente i Buoni del Tesoro, che vengono poi utilizzati all’interno del suo ecosistema”, ha spiegato Shen.

piattaforma crittografica

Questo sviluppo ha aperto nuove strade agli utenti al dettaglio per sfruttare gli RWA per rimesse e risparmi, alle aziende per utilizzare stablecoin per i pagamenti dei fornitori e a istituzioni on-chain come MakerDAO per accedere al rendimento attraverso titoli del Tesoro tokenizzati.

Stuti Pandey di Kraken Ventures ha osservato che l’evoluzione delle condizioni economiche, della tecnologia e della credibilità dall’ultimo ciclo di hype intorno alla tokenizzazione ha posto le basi per il fiorire degli RWA.

“Negli ultimi anni, il contesto di bassi tassi di interesse ha favorito asset ad alta crescita e ad alto rischio, mettendo in ombra gli RWA. Con l’avvento della finanza decentralizzata, i rendimenti sintetici sono aumentati tra l’80% e il 200%, lasciando poco spazio agli RWA per prosperare. Tuttavia, con i tassi ora contenuti, i riflettori sono tornati su questi asset tokenizzati del mondo reale che offrono rendimenti interessanti”, ha osservato.

Inoltre, Pandey ha aggiunto che anche il miglioramento dell’infrastruttura di tokenizzazione e una maggiore consapevolezza stanno contribuendo al rinnovato interesse per gli RWA, ponendo le basi per un’accettazione e un utilizzo più ampi della tokenizzazione sia nel settore delle criptovalute che in quello finanziario tradizionale.

Messaggio precedente

Prossimo articolo