Tentativi di recupero di FTX poiché avevano recuperato più di 5 miliardi di dollari in diverse attività

L’assediato exchange di criptovalute FTX , che ha dichiarato bancarotta, ha recentemente avviato una causa contro alcuni ex dipendenti di Salameda, un’entità con sede a Hong Kong associata a FTX, con l’obiettivo di recuperare circa 157,3 milioni di dollari.

Secondo quanto riferito, Salameda era sotto il controllo di Sam Bankman-Fried, l’ex amministratore delegato e fondatore dell’ormai fallita FTX, che è attualmente incarcerato in attesa di processo.

La causa accusa gli ex dipendenti di aver intrapreso un ritiro fraudolento di asset da FTX poco prima che dichiarasse bancarotta nel novembre 2022.

Nella causa vengono nominati Michael Burgess, Matthew Burgess, Lesley Burgess (la loro madre), Kevin Nguyen, Darren Wong, insieme a due società, 3Twelve Ventures e BDK Consulting. Si presume che abbiano ritirato in modo fraudolento beni da FTX.com e FTX.us prima della dichiarazione di fallimento.

Le persone e le società elencate avrebbero potuto beneficiare di prelievi preferenziali tre mesi prima della dichiarazione di fallimento di FTX nel 2022, il che, secondo la causa, costituisce una violazione del Codice fallimentare in quanto consentiva ad alcuni clienti di ritirare beni prima di altri.

Business 2 Community 1

I documenti del tribunale suggeriscono che l’imputato aveva stabilito legami con alcuni dipendenti di FTX, sfruttando questi rapporti per ottenere la priorità rispetto ad altri clienti durante il processo di prelievo.

FTX sostiene che gli imputati hanno utilizzato frettolosamente i loro contatti per ritirare i loro fondi, che ora rappresentano oltre 123 milioni di dollari dei 157,3 milioni totali, dall’exchange a partire dal 7 novembre, prima che la finestra di prelievo fosse chiusa.

La causa afferma che questi prelievi sono stati eseguiti “con l’intento di ostacolare, ritardare o frodare i creditori presenti o futuri di FTX US”.

FTX avanza nel recupero dei beni e garantisce oltre 5 miliardi di dollari grazie agli sforzi in corso

FTX ha lavorato diligentemente per recuperare gli importi dovuti da varie entità associate, segnando uno sforzo continuo in questa direzione.

A giugno, la società ha rivelato un debito significativo di 8,7 miliardi di dollari nei confronti dei propri clienti. Per mitigare questo problema, FTX ha recuperato con successo 7 miliardi di dollari di liquidità. Allo stesso tempo, FTX si è rivolta al tribunale fallimentare di Wilmington, nel Delaware, chiedendo il recupero di 700 milioni di dollari che il suo fondatore, Sam Bankman-Fried, aveva trasferito alle entità K5 nel 2022.

FTX ha sostenuto che Bankman-Fried, dopo aver partecipato a un incontro sociale ospitato da Michael Kives, comproprietario di K5 Global, è diventato eccessivamente generoso, incanalando milioni a K5 Global e alle sue entità associate.

Gli sforzi di recupero non hanno preso di mira solo il fondatore ed ex amministratore delegato di FTX, Sam Bankman-Fried, ma si sono estesi anche ai suoi dirigenti, ai genitori e alle divisioni di FTX dedicate alla filantropia e alle scienze della vita.

Recentemente sono state mosse accuse contro i genitori del fondatore della FTX, Joseph Bankman e Barbara Fried, entrambi professori di diritto alla Stanford Law School. Si presume che abbiano usato il loro acume legale per dirottare fondi.

A settembre, l’assediato exchange di criptovalute ha ottenuto l’autorizzazione del tribunale a liquidare, investire e coprire 3,4 miliardi di dollari in partecipazioni in criptovalute per far fronte ai suoi debiti in sospeso.

Secondo i documenti del tribunale, FTX detiene 1,16 miliardi di dollari in token Solana (SOL), che costituiscono oltre un terzo del totale di 3,4 miliardi di dollari di asset crittografici liquidi della società. La prossima posizione di rilievo in criptovaluta è Bitcoin ( BTC ), valutato a 560 milioni di dollari al 31 agosto, seguito da Ether (ETH), valutato a 196 milioni di dollari.

Attraverso queste misure, FTX sta facendo passi da gigante nel recupero degli asset e sta lavorando per saldare i propri debiti, dimostrando un approccio proattivo in circostanze difficili.

Messaggio precedente

Prossimo articolo